Tendenze e-bike 2020: queste sono le innovazioni della tecnologia ciclistica da tenere d’occhio

È tempo di cogliere l’occasione per riflettere sulle tendenze Tendenze e-bike 2020 che stanno emergendo per guardare al futuro e vedere cosa il mercato serba per tutti i biker italiani e non.

La tecnologia della bici non si fermerà mai come è successo nel 2019, anno di crescita considerevole del mercato.

Ma il 2020 cosa ci regaler à . Come cambieranno le bici elettriche nel prossimo anno?

Quali tendenze e-bike tecnologiche sono previste per il 2020?

Tendenza 1: Pneumatici tubless

C’è una grande spinta da parte dell’industria verso i pneumatici tubeless che presentano un minor rischio di forature e, in caso di necessità permettono di sigillare la foratura senza problemi, a condizione che non vengano tagliati. 

Le gomme tubeless hanno anche una resistenza al rotolamento inferiore, il che vuol dire minore resistenza alla pedalata.

Tendenza 2: l bici elettriche puntano alla varietà

La e-bike in particolare sta attualmente subendo uno sviluppo noto per le scarpe sportive degli anni ’80! A quel tempo c’erano tre o quattro modelli tra cui scegliere, che erano a metà strada per tutte le applicazioni. Oggi ci sono prodotti specializzati non solo per ogni sport. La scarpa è anche espressione dello stile di vita e del carattere di chi lo indossa.

E’ questa la via che sta percorrendo il mondo della Bici elettrica.

Nel settore del trasporto merci in particolare, ci saranno più di tre o quattro modelli tra cui scegliere l’anno prossimo, tra cui una serie di soluzioni per famiglie con più di un bambino o per uso commerciale. 

Un occhio particolare sembra rivolto anche alle trasmissioni elettriche su biciclette pieghevoli compatte che rappresentano il il collegamento ideale tra il trasporto pubblico e il posto di lavoro.

Inoltre, i produttori vedono che la corsa agli armamenti sta conducendo nella direzione sbagliata in termini di portata. Invece, con l’uso intelligente dei motori elettrici, il supporto piuttosto appariscente durante la pedalata e il telaio, che integrano completamente un motore compatto e una batteria sottile, raggiungono gruppi completamente diversi di acquirenti, vale a dire quelli che in precedenza non potevano fare amicizia con il “corpo estraneo” ” motore elettrico.

Di conseguenza, emergeranno alcuni modelli davvero ben progettati per la prossima stagione, alcuni guidano in modo così naturale e integrano la guida in modo così armonioso che persino le giovani generazioni e gli atleti oseranno affrontare l’argomento!

Trend 3: bici da strada – Tour DE France ed effetto Buchmann?

Tuttavia, non ci sono solo fattori tecnici che possono ispirare un settore come quello delle biciclette. Con Emanuel Buchmann, un tedesco ha cacciato il campo per la prima volta dopo decenni al Tour de France quest’estate. Sebbene alla fine non sia stato sufficiente ottenere la vittoria generale, è stato proprio a causa del suo stile di guida astutamente contenuto ma coraggioso da sfavorito e dal suo quarto posto che molti tedeschi hanno di nuovo seguito il round trip nel 2019.

Il ciclismo professionistico ha dovuto soffrire delle conseguenze degli scandali sul doping, soprattutto in Germania, ma l’attenzione era piuttosto bassa nonostante i numerosi successi quotidiani. Con un potenziale vincitore del round trip Buchmann, ci si può aspettare che nel prossimo anno chiaramente più bici da corsa andranno sul bancone e sicuramente l’una o l’altra porterà anche un motore elettrico in sé.

Condividi

E-bike Maserati: le bici di stile per on e offroad

Chi pensa al nome Maserati pensa a portentosi mezzi a quattro ruote, veri status simbol e sogno per gli amanti dell’auto sportiva. Pochi sanno che ormai questo nome si associa anche alle due ruote: le nuove e-bike Maserati sono state presentate all’EICMA 2019 di Milano e fanno sognare gli appassionati di pedalate on e offroad.

E-bike da strada che riprendono lo stile delle sportive Maserati quattro ruote sono i modelli MC Corse e MC Trofeo, mentre emulano il lato Suv le due mountain bike MC Trail e MC Trail S.

Se la Maserati ci fa ancora aspettare per la sua prima auto elettrica (forse in arrivo per il 2021) segue invece l’ondata green con 4 modelli di e-bike Maserati che vogliono conquistare una fetta di mercato molto esigente.

E-bike Maserati MC Corse

Versione due ruote della blasonata Maserati MC12 GT1 sfoggia un telaio in carbonio e un sistema elettrico Fazua Evation, batterie da 250 Wh affiancate da motore da 60 Nm. La bici offre tre livelli di assistenza, cambio Shimano Ultegra a 11 velocità, cerchi Vision Metron da 28” ed una struttura con un peso di circa 12 kg

E-bike Maserati MC Trofeo

Non molto lontana dal modello precedente è l’E-bike Maserati Mc Trofeo. La principale differenza sta nel telaio in lega di alluminio seguita da particolari come le ruote Gipiemme Shadow.

E-Mtb Maserati MC Trail

Dopo essersi gettata nel mercato offroad dell’auto con il Suv Levante, Maserati ha pensato di proporre anche per le due ruote la sua versione all terrain.

Caratteristiche principali della MC Trail sono le sospensioni Suntour da 150 mm, il telaio in alluminio, il kit elettrico Shimano Steps E-8000 e forcella Auron. La Mtb è bi ammortizzata, monta cerchi cerchi da 27,5” e un cambio il Shimano XT a 11 rapporti oltre freni della serie XT.

Le batterie integrate nel telaio da 630 Wh riescono a garantire una buona assistenza anche su pedalate intense.

E-Mtb Maserati MC Trail S

Una offroad piu sportiva delle precedente con telaio in carbonio per lesinare sul peso. L’importanza della leggerezza ha portato anche alla scelta di batterie meno pesanti da 500 Wh e un motore E-8000.

Doppia la scelta delle sospensioni: la MC Trail S monta avanti sospensioni Rock Shox Lyrik da 160 mm e dietro le Super Deluxe RCT e gomme Maxxis Minion DHR da 27,5” Plus .

Il motore è uno Shimano XT Di2 a 11 marce, mentre i freni sono a circuito idraulico Magura MT5.

Condividi

Le nuove regole 2019 per monopattini elettrici e hoverboard

Eravamo tutti in attesa e, vista la diffusione di questi nuovi mezzi di trasporto elettrici, non si poteva certo chiudere gli occhi. Ecco quindi le nuove regole 2019 per monopattini elettrici e hoverboard.

Leggi tutto “Le nuove regole 2019 per monopattini elettrici e hoverboard”
Condividi

Nuovo sistema Bosch 2020 Performance CX eBike

Arrivano di già le novità del mercato per il prossimo anno do Bosch . Leader di mercato, punta sul Bosch 2020 Performance Cx eBike.

Negli ultimi anni, Bosch è stato il principale produttore di sistemi eBike in tutta Europa. 

Questo è evidente dall’enorme numero di biciclette elettriche Bosch alimentate fino ad oggi messesul mercato. Inoltre, il numero di produttori di eBike che hanno optato per Bosch per la qualità e l’affidabilità sono decisamente in crescita. Questo sarà lo stesso per il 2020 quando Bosch avrà ormai terminato di festeggiare i 10 anni nel modo eBike.

Fino ad ora Bosch ha creato interessanti nuove versioni come i nuovi sistemi Active & Active Line + che sono stati rilasciati lo scorso anno per le biciclette elettriche da città e ci aspettiamo un altro grande sul fronte eMTB per il 2020.

Leggi tutto “Nuovo sistema Bosch 2020 Performance CX eBike”
Condividi

La bici elettrica regna ad Eicma 2018

Il cambio di rotta nel mondo dei trasporti è ormai evidente e anche all’Esposizione internazionale ciclo, motociclo e accessori, meglio detta EICMA questo 2018 è stato segnato dalla presenza di una forte presenza del mondo della bici elettrica e di tutti i suoi derivati.

Leggi tutto “La bici elettrica regna ad Eicma 2018”

Condividi

E-Tour project: 3 itinerari in e-MTB tra Toscana e Roma

Tre e-tour tra due regioni in groppa a e-MTB: è questo l’E-tour Project in programma dal 23 al 30 giugno del gruppo Massa Vecchia in collaborazione con Shimano, Scott ed Evoc.

Leggi tutto “E-Tour project: 3 itinerari in e-MTB tra Toscana e Roma”

Condividi

“La ciclabile del Piave”: il Veneto lancia 220 km di pista tra bellezza e storia

Ben 220 km che partono dalle sorgenti del Piave e arrivano fino al Mare Adriatico: è la nuova Ciclabile del Piave, un territorio unico che dalla provincia di Belluno arriva fino alla marina Jesolo

Il profondo senso del Piave

Il Piave, in fondo, è qualcosa più di un semplice corso d’acqua.

Ciclabile del Piave

Il Piave è storia, è geografia, è tradizione. E’ il luogo che ha visto l’incrociarsi di popoli, storia e tradizioni montane e lagunari; è l’area che ha visto come il dialogo tra i marinai veneziani e stanziali popoli stabilitisi lungo il corso del fiume sia arrivato a sviluppare dinamiche culturali uniche.

Ciclabile del Piave

Ciclabile del Piave: un progetto omnicomprensivo

Ciclabile del Piave

Il progetto del “La ciclabile del Piave” è nato dal desiderio di far incontrare il turista con tutti quegli aspetti singolari e unici della cultura locale che ha preso forma lungo il corso dello storico fiume Piave.

Il progetto prevede che l’itinerario di 220 km sia percorribile in due direzioni: risalendo o discendendo il Piave. E, naturalmente l’itinerario è percorribile a piedi o in bicicletta.

Ciclabile del Piave

L’idea è quella che lo si possa concepire anche come un percorso interiore sulla stregua di quello che è l’itinerario di Santiago de Compostela.

Se quest’ultimo è però una sorta di riproposizione del cammino dei pellegrini medievali, il percorso lungo il Piave ripercorre le rive del fiume Sacro alla Patria italiana. E’ qui che gli eserciti sotto varie bandiere hanno combattuto e cambiato la Storia.

Tante aree tematiche da scegliere

L’itinerario può essere inoltre affrontato personalizzando la propria escursione in base a gusti personali.

Ciclabile del Piave

Vari sono i temi proposti: i Musei, i legami del Piave con la Grande Guerra, oppure si può scegliere di scoprire Castelli Torri e Abbazie, o ancora le Chiese, gli Opifici Storici, le Ville, i paesaggi del Piave.

Durante il percorso il turista può scegliere se sfruttare ogni itinerario o dedicarsi solo a parte di essi. L’intreccio completo può arrivare a coprire  più di due settimane vacanza.

Ecco dunque la bellezza della Ciclabile del Piave che nello scivolar dolce delle acque trova un filo conduttore che unisce ambiti diversi che si abbracciano e si respingono: storia, arte, emozioni e paesaggi si uniscono in una pedalata che nei suoi 220 km di percorso rappresenta la storia italiana.

 

 

 

 

Condividi

Blaupunkt: dall’hi-fi alle bici elettriche pieghevoli

Blaupunkt era un nome conosciuto negli anni ’80, associato però non al mondo delle biciclette, ma a quello dell’hi-fi. Oggi si reinventa produttore di bici elettriche pieghevoli.

Leggi tutto “Blaupunkt: dall’hi-fi alle bici elettriche pieghevoli”

Condividi