Andare in bici al lavoro: i 10 principali motivi per farlo

In Italia sembra difficile far attecchire la cultura della bici, ma andare in bici al lavoro ha tanti lati favorevoli nella vita di ognuno. Vediamo 10 principali motivi per scegliere di fare questo tragitto giornaliero su una due ruote.

andare al lavoro in bici

Andare in bici al lavoro è una attività che sta incrementando notevolmente in molti paesi del mondo, ma in Italia non è ancora presa come una sera alternativa di trasporto.

Di sicuro la scarsità di infrastrutture della maggior parte delle città italiane non aiuta, ma è bene capire i tanti motivi per cui andare in bici al lavoro può essere un vantaggio per tutti.

10 ragioni per andare in bici al lavoro

1. Divertimento!

Andare in bici al lavoro è divertente… e questa è la motivazione più scontata e semplice che si possa dare.

 Andare in bicicletta al lavoro ti consente di integrare quella semplice sensazione di euforia nella tua routine quotidiana. Osserva i tuoi dintorni, ascolta gli uccelli e saluta i ciclisti mentre pedali (magari anche qualche clacson e insulto di autisti isterici). 

Ben presto, ti ritroverai a desiderare che i tuoi spostamenti siano più lunghi.

2. Fitness

Andare in bici al lavoro fa bene.

Mentre le calorie esatte bruciate in una corsa variano da persona a persona c’è da dire che con il ciclismo si consumano in media più calorie che con il jogging, con un numero considerevolmente inferiore di impatti negativi sulle articolazioni. 

Il ciclismo migliora la capacità cardio-vascolare e aerobica, abbassa la pressione sanguigna, aumenta l’energia, costruisce i muscoli e migliora la coordinazione. 

Immergere i benefici per la salute di andare in bicicletta nel tuo tragitto giornaliero è così facile da sembrare quasi imbrogliare!

3. Felicità

Andare in bici al lavoro ti rende più felice.

Mentre la maggior parte delle persone non identifica il tragitto nel traffico, guidando in una città congestionata con una attività piacevole che calma e rende felici, andare in bicicletta al lavoro può effettivamente trasformare il tuo tragitto giornaliero in una forma moderata di terapia. 

Numerosi studi hanno dimostrato che l’esercizio quotidiano può  ridurre lo stress, alleviare i sintomi della depressione, migliorare il sonno per le persone con insonnia e ridurre l’ansia. 

Inoltre, esercitarsi all’aperto – sia in contesti urbani che rurali – ha dimostrato di aumentare la fiducia in se stessi e migliorare l’umore generale .

4. Potenza cerebrale

Andare in bici al lavoro ti rende più intelligente.

Sembrerà a molti una barzelletta. Di certo la bicicletta non trasforma i ciclisti in astrofisici durante la notte, ma ricerche hanno dimostrato che un moderato esercizio quotidiano può prevenire il declino cognitivo, affinare la memoria e l’apprendimento e  migliorare le prestazioni complessive del cervello. 

5. Denaro

Andare in bici al lavoro ti fa risparmiare denaro. Un sacco di soldi.

Quanto spendete per benzina, parcheggi, assicurazioni e gestione dell’auto? (senza inserire assicurazione e bollo che comunque pagheremmo per tenere una bici a casa per altri spostamenti specie di famiglia)

Mantenere la bici è decisamente pi conveniente.

Anche acquistando una bici elettrica più costosa di una classica e preventivando il cambio di batteria e altri pezzi periodico non ci si avvicina neanche lontanamente ad un pareggio. 

6. Ancora denaro

La bicicletta non solo fa risparmiare denaro, ma fa risparmiare denaro a tutti. 

Andare in bici migliora la salute generale della popolazione portando a notevoli risparmi di assistenza sanitaria, ma anche nella gestione dei mezzi pubblici, del traffico, delle strade e via dicendo.

7. Miglioramento della qualità dell’aria

 Il settore dei trasporti rappresenta cuna buona fetta di tutte le emissioni di gas serra attuali. 

Il ciclista medio d’altro canto rilascia solo 0,7 grammi di Co2 attraverso la respirazione. 

8. Convenienza

Uno dei malintesi più comuni sul ciclismo al lavoro è che è scomodo. 

Ma cosa c’è di più scomodo di spendere 10/20/30 minuti in cerca di parcheggi ogni mattina o rimanere bloccati in un posto di blocco inaspettato lungo la strada? 

Quando vai in bici al lavoro, trovare il parcheggio è facile come individuare il palo più vicino, bloccarlo e allontanarti. 

I ciclisti non rimangono bloccati negli ingorghi e non sono soggetti ai normali ritardi di transito della guida o dei trasporti pubblici, rendendo il pendolarismo della bicicletta più veloce rispetto alla guida per la maggior parte dei pendolari urbani. 

Borse laterali, borse da ciclismo o zaini da ciclismo semplificano il trasporto dei materiali di lavoro e molti posti di lavoro iniziano ad includere parcheggi sicuri per le biciclette, docce e altri servizi per rendere le cose ancora più semplici per i dipendenti che decidono di andare in bici al lavoro.

9. Sicurezza

Più ciclisti ci sono sulle strade, più sicuri saranno. 

Uno studio del 2008 dell’Università del New South Wales ha stabilito che la sicurezza della bicicletta è un circolo virtuoso. 

Man mano che più persone cavalcano in una data città, il numero di collisioni tra guidatori e persone in bicicletta diminuisce in termini assoluti in quella città. 

E questo non è semplicemente perché ci sono meno macchine. Il comportamento dei conducenti in realtà cambia per includere pratiche di guida più sicure quando aumenta il numero di ciclisti e pedoni. 

Poiché la percezione della sicurezza relativa del ciclismo migliora con una diminuzione delle collisioni, più persone iniziano a pedalare. Ciclo virtuoso!

10. Libertà

Per la maggior parte dei bambini, il momento in cui per prima cosa perdono le ruote di addestramento e vanno in volo sulla loro bicicletta sembra la libertà. 

Poi gli anni dell’adolescenza passano e l’auto arriva a definire un nuovo senso di libertà. 

Ma dopo alcuni anni, e troppe ore sprecate in ingorghi o girando per un isolato in cerca di parcheggio, l’auto comincia a sembrare più una prigione. 

Tira fuori la bici e trova di nuovo quella sensazione di libertà. Esplora la città secondo i tuoi ritmi, prova una nuova via, fermati per un caffè sulla strada per andare a lavoro e scopri un nuovo quartiere sulla strada di casa. 

Il ciclismo apre strade, sia letterali che figurative, per vedere la tua città in un modo completamente nuovo. È la tua comunità, vivi!

Più venduti - Posizione n. 1
Revoe e-bike Dirt Vtc, Fat Bike Pieghevole, Nera, 20'', Cambio Shimano, 25 Km/h
  • Bici All Path: tecnologia innovativa, design sportivo e prestazioni elevate;
  • Motore 250 Watts e batteria 36v - 10Ah;
  • Ruote in alluminio da 20', pneumatici CST e freni anteriori e posteriori;
  • Disponde di 3 modalità di supporto accessibili dal display: 6 km/h, 15 km/h e 25 km/h;
  • Cambio Shimano Tourney 6v
OffertaPiù venduti - Posizione n. 2
OffertaPiù venduti - Posizione n. 3
Nilox E Bike X5, Bicicletta Elettrica a Pedalata Assistita, ruote 26'', Nero
  • Prezzo minimo applicato negli ultimi 30 giorni: EUR 742,16
  • City bike, bicicletta pedalata assistita max Speed 25km/h
  • Motore 36 V 250 w brushless
  • 55 km di autonomia con una ricarica
  • 36 V 8 ah Lithium removable battery
Più venduti - Posizione n. 4
Coppi bici elettrica / E-bike a pedalata assistita 20 pollici, Nero
  • 20 pieghevole alluminio.
  • Motore 250w batteria al litio 24V. 10aH
  • Cambio Shimano 6 vel
Più venduti - Posizione n. 5
REVOE Urban, City Bike Elettrica Unisex – Adulto, Nero, Unica
  • Ottieni più autonomia con questa bici elettrica pieghevole; velocità e distanza ottimizzate per...
  • Sgattaiolare in strada con la sua velocità massima di 25 km / h
  • Approfittate della tecnologia più avanzata: un motore da 250 W - 3 6v e ruote con un diametro di 14...
  • I freni V-Brake si trovano nella parte anteriore e sono montati sul tamburo sul retro della moto per...
Condividi