Bici elettrica o scooter: a volte è un problema di percezione

bici elettrica o scooter

Scegliere bici elettrica o scooter è una decisione che dovrebbe essere dettata dalla conoscenza dell’utilizzo che si deve fare del mezzo e anche delle caratteristiche dello stesso.

La difficoltà nella diffusione della bici elettrica è invece probabilmente imputabile anche ad una errata percezione della stessa.

Bici elettrica o scooter: i puristi rifiutano il motore

Quando si trovano a ragionare su bici elettrica o scooter i puristi della bici finiscono per bocciare l’alternativa elettrica pensando: “se devo avere un motore 250W tanto vale comprare uno scooter”.

Per queste persone il motore finisce per annullare la scelta sia di sforzo fisico che di basso impatto con l’ambiente che un ciclista fa.

In realtà una bici elettrica non elimina lo sforzo fisico, ma permette a chi non è particolarmente allenato di raggiungere una maggiore potenza e a chi è più allenato di migliorarsi senza per questo perdere il gusto della pedalata.

Bici elettrica o scooter: 250W sono pochi?

C’è chi poi all’opposto, scegliendo tra bici elettrica o scooter, pensa che 250W siano insufficienti.

Per una bici elettrica e per la sua struttura 250W sono più che sufficienti per percorsi cittadini, casomai si può necessitare di una maggiore potenza di batteria o si preferirebbe una maggiore velocità.

Se però si ha necessità di andare veloci e avere una potenza che arrivi anche a 1000W forse è meglio acquistare uno scooteer.

Bici elettrica o scooter: i lati positivi di una bici elettrica

Fermo restando che per alcune realtà lo scooter è un’ottima scelta, e sia hanno ormai varie possibilità elettriche, la bici elettrica è sicuramente l’ideale per quattro motivi:

1- basso impatto ambientale;

2- gusto di andare in bici;

3- diminuisce la fatica;

4- Minori costi

Non c’è infatti necessità di pagare sovrattasse, immatricolazioni e via dicendo.

[amazon bestseller=”bici elettrica o scooter”]

Condividi