Protezioni per mtb: guida all’acquisto

protezioni mtb

Qui analizziamo quello che potremmo definire un kit di protezioni per mtb necessario per proteggersi sui sentieri sterrati e le discese effettuati in Mountainbike.

Se sei nuovo nel mondo della mountain bike, probabilmente avrai notato alcune cose: la mountain bike è sicuramente divertente, come è anche avvincente, i  salti sono fantastici e il terreno piuttosto difficile.
Mentre molti biker più esperti tendono ad affrontare questi percorsi  limando di molto il kit protettivo, e dotandosi semplicemente di ginocchiere, guanti e un casco, chi è agli inizi necessita, probabilmente, di protezione dalla testa ai piedi.
Quali sono le opzioni? 
Di seguito abbiamo selezionato alcuni oggetti per ciascuna area del corpo che possono comporre un kit di protezioni per mtb base. 
Spesso non si può parlare di opzioni migliori in termini di budget, ma se tieni alla tua salute spesso è meglio non pensare solo al materiale low cost.

Kit di protezioni per mtb

Protezioni caviglie per andare in Mountainbike

supporti per la caviglia vengono spesso tralasciati  nella lista delle protezioni per mtb da acquistare. Purtroppo però, se non si ha esperienza nella guida sui trail impegnativi qualche problema si potrebbe creare.
Meglio quindi acquistare qualcosa che aumenti la stabilità della caviglia senza irrigidire i movimenti.
Piuttosto famose sono le protezioni per caviglie della Race Brace Pro di 661 
Ci sono poche altre protezioni per caviglia di valore sul mercato, ma volendo una alternativa leggera e pratica potresti provare la Pro Ankle Guard di G-Form .

Protezioni ginocchia per andare in Mountainbike

Le ginocchia sono un punto particolarmente esposto alle cadute quando si parla di mountainbike.

Sul mercato si trovano protezioni morbide o rigide (le seconde sono particolarmente consigliate per chi fa discesa).

Inoltre si può far distinzione tra ginocchiere corte o lunghe. Le prime sono sicuramente più comode, ma le seconde possono proteggere anche le tibie.

Un consiglio è scegliere protezioni per ginocchia per mtb aperte: cioè protezioni che possono essere indossate senza togliere necessariamente le scarpe.

Probabilmente nel top di gamma possiamo inserire le ginocchiere di Grenade di Scott. Garantiscono la massima copertura garantendo un ottimo livello di flessibilità. 

Protezioni per Schiena e corpo

Una completa protezione della parte superiore del corpo può essere abbastanza scomoda, ma sicuramente una protezione per la schiena è fondamentale.
Si può scegliere ormai se optare per protezioni per mtb più leggere e poco ingombranti oppure se optare per protezioni più complete.
Un materiale particolare è quello tipo dil d3o che rimane morbido finché non subisce l’impatto quando si indurisce.
Un’idea poi, per chi vuole protezione e anche possibilità di trasportare oggetti, sono gli zaini con proteggi schiena.

Protezioni per le mani in Mtb: i guanti

Le mani sono le prime a scontare una pena quando perdiamo il controllo del mezzo.
Oltre proteggere i guanti da MTB devono aiutare a mantenere una presa salda del manubrio assorbendo anche le vibrazioni.
A differenza che per la scelta di guanti per bici da strada, per la mtb è meglio scegliere sempre guanti lunghi. La moderna offerta regala materiali indossabili tutto l’anno anche quando fa freddissimo o caldo.
Una ottima alternativa sono i guanti EVO II 661 in materiale D30 (un materiale protettivo protettivo che si indurisce all’impatto) sulla zona delle nocche. 

Protezioni per la testa in Mtb: il casco

Ovviamente, nessun a delle precedenti protezioni per MTB si avvicina all’importanza di un buon casco
Non dovresti mai uscire di casa senza una protezione per la testa, neanche se esci per fare un piccolo tratto di strada asfaltata, immaginarsi quando si decide di avventurarsi nei percorsi in Mountainbike.
Ci sono molti fantastici elmetti per mountain bike sul mercato, ma più della moda è della massima importanza trovarne uno che si adatti alla perfezione al la tua testa.
Per prima cosa bisogna assicurarsi che il casco sia conforme agli standard europei di sicurezza (CE)  e potrebbe essere una spesa in più non stupida quella per aggiungere il MIPS. Il sistema MIPS è uno strato sottile tra il guscio del casco e la tua testa che consente al corpo del casco di ruotare leggermente sugli impatti “angolati”. Questo permette di attutire il colpo riducendo la decelerazione improvvisa come anche le lesioni cerebrali.

[amazon bestseller=”protezioni mountain bike”]
[amazon bestseller=”protezioni mtb”]

Condividi